Home » News » Ruscelli: “Letta saprà rappresentare il progetto di sviluppo della provincia di Arezzo e della Toscana”

Ruscelli: “Letta saprà rappresentare il progetto di sviluppo della provincia di Arezzo e della Toscana”

Enrico Letta, ha accettato la proposta di candidatura alle elezioni suppletive sul collegio uninominale Toscana 12, che comprende anche i comuni di Cortona, Foiano della Chiana, Castiglion Fiorentino, Lucignano, Marciano della Chiana nella Valdichiana aretina.

Il segretario nazionale lo ha confermato ieri pomeriggio direttamente alla Direzione Provinciale del Pd partecipando, ovviamente on line, alla riunione.

“C’è una grande voglia di rivincita e di rilancio ad Arezzo e in Toscana – ha affermato Letta. La posta in gioco è molto alta. Sarà una campagna elettorale corale, nella quale testeremo concretamente i grandi valori che abbiamo deciso di mettere al centro del nuovo Pd: lavoro, giustizia sociale, prossimità, giovani, donne. Non voglio il partito di un capo che tutto sa e tutto decide, di uno che si circonda solo di yesmen. Voglio il partito della partecipazione e dell’intelligenza collettiva. Troppe volte in passato abbiamo usato la base solo per i voti e vincere i congressi. Dobbiamo combattere contro la deriva leaderistica della politica italiana: io non sono ideologico per attitudine ma su questo aspetto sì. Voglio essere per voi uno strumento e una occasione. Per dimostrare che vogliamo vincere perché non vogliamo mai più essere il partito del potere. Sarà una missione nazionale e di prossimità. Perché il Pd è questo: visione globale sui grandi scenari ma al contempo attenzione e presenza sui temi dei territori. Già martedì prossimo 20 luglio sarà a Cortona. Amo la nostra terra: ho passato decenni a girare per i comuni della Toscana. Per questo accetto con passione e convinzione questa candidatura”.

“Già la partecipazione alla riunione di oggi – commenta Francesco Ruscelli, segretario provinciale Pd  – conferma la volontà di Letta di rappresentare questo territorio. Il Pd aretino aveva già espresso la condivisione della candidatura, nella consapevolezza che Letta saprà essere espressione non solo del collegio ma anche di Arezzo e della Toscana. Non possiamo dimenticare che la nostra provincia non ha in questo momento una rappresentanza locale del PD in parlamento. Il segretario Enrico Letta, per la sua esperienza e per la sua competenza, rappresenterà al meglio questa parte di Toscana.  Soprattutto su alcuni temi a noi cari come il rilancio del sistema produttivo, il consolidamento del welfare locale, un nuovo modello economico in cui la rivoluzione verde e la cultura rappresentino le leve della crescita. Interpretiamo quindi la sua candidatura – conclude Ruscelli – non solo come espressione del nostro partito ma di un mondo politico e sociale ben più ampio rappresentato dalle altre forze politiche del centrosinistra, dal mondo civico, dalle associazioni di categoria, dai sindacati e dalle forze sociali. Insieme per costruire un patto di sviluppo per il nostro territorio. Per questo motivo la candidatura del Segretario Nazionale, pur essendo una candidatura nazionale di grande prestigio, rappresenterà al meglio gli interessi dell’intero territorio”.

Fonte: www.arezzonotizie.it