Home » News » “Con Zingaretti due anni di correttezza e lealtà: non ci eravamo abituati. L’assemblea nazionale respinga le dimissioni”

“Con Zingaretti due anni di correttezza e lealtà: non ci eravamo abituati. L’assemblea nazionale respinga le dimissioni”

Il segretario provinciale del Pd Francesco Ruscelli commenta le dimissioni del leader del partito e rinnova la sua stima. “Nei prossimi giorni coinvolgerò i massimi organismi dirigenti del partito, gli amministratori e le strutture territoriali in una discussione franca e seria su questo”.

“Con Zingaretti due anni di correttezza e lealtà: non ci eravamo abituati. L’assemblea nazionale respinga le dimissioni”

“In questi due anni Nicola Zingaretti ha svolto il ruolo di Segretario del Partito Democratico con correttezza e lealtà, guidandolo nella peggiore fase della storia del paese e rispettandone sempre gli organismi e le persone. Non ci eravamo più abituati”. Francesco Ruscelli, segretario provinciale Pd, commenta così, con un post su Facebook, Nicola Zingaretti, leader del Pd che quest’oggi ha dato le sue dimissioni dalla guida del partito. 

Un vero e proprio terremoto che ha colto di sopresa la politica italiana. Tantissimi gli attestati di stima, compreso quello dello stesso Ruscelli.

“Le lancette dell’orologio del Pd – scrive Ruscelli – non possono tornare indietro. Ora è il momento di affrontare la crisi sanitaria ed economica e di parlare al paese rifondando profilo, identità e missione del partito per marcare il nostro ruolo nel sostegno al governo Draghi. 
Esprimo stima nei confronti di Nicola e confermo la mia personale fiducia nel suo lavoro.
L’assemblea nazionale respinga all’unanimità le dimissioni del segretario.
Nei prossimi giorni coinvolgerò i massimi organismi dirigenti del partito, gli amministratori e le strutture territoriali in una discussione franca e seria su questo.
È tempo di ricostruire. Davvero”.



Fonte: arezzonotizie.it