Via Cocchi, crisi politica a tutto gas.

Il Comune di Arezzo non vota il bilancio Coingas. Scortecci già sfiduciato.

Dichiarazione del Pd provinciale.

Il Comune di Arezzo non è un socio come tanti in Coingas: detiene il 45% delle quote. Ha quindi potere e conseguentemente responsabilità. Il primo lo mantiene, alla seconda si sottrae. Oggi, nel corso dell’Assemblea dei soci, ha infatti deciso di non votare il bilancio 2019. Un atto che sfiducia di fatto l’amministratore unico Franco Scortecci che era succeduto a Staderini dopo lo scandalo delle consulenze d’oro.

Non solo il Comune di Arezzo ha deciso di non votare ma né il Sindaco né l’assessore competente si sono presentati all’appuntamento delegando una figura puramente tecnica e cioè il Segretario generale. Questo conferma che il Sindaco Ghinelli non intende assumersi le sue responsabilità, quelle del socio di riferimento, tentando a scaricarle sugli altri comuni della provincia.

L’assemblea si è aggiornata alla metà di maggio ma rimane evidente che sulla vicenda Coingas il Sindaco Ghinelli non può più nascondersi dietro i funzionari comunali perche tutte le scelte di oggi e del passato sono solo sue.